Droni da competizione – Ecco i 3 droni migliori

Gli utilizzi dei droni al giorno d’oggi sono tra i più disparati. C’è chi acquista droni per divertimento, chi per lavoro e poi, come te che stai leggendo, c’è chi si informa o si appassiona ai Droni da competizione.

Il “Drone Racing”, o corse di droni, è un fenomeno che si sta diffonendo molto anche in Italia. Le grandi città come Milano o Torino sono centri che spesso radunano gli appassionati di questo sport per consigli, confronti tra i Droni da competizione o magari per gareggiare.

Si, ho scritto che le corse di droni sono uno sport, ma non da molti anni.

Infatti, solamente nel 2015 la FAI ha riconosciuto a livello globale queste gare. La legislazione italiana ad oggi permette ad un pilota italiano di competere in gare ufficiali solamente dopo aver ottenuto l’abilitazione al volo dall’Aeroclub e poi ricevere la licenza Fai.

Droni da competizione

Purtroppo la burocrazia italiana si muove lentamente, e con il Drone da competizione che probabilmente acquisterai sarai vincolato a:

  • allenarti solo dopo aver ottenuto le licenze
  • gareggiare all’interno nei campi da volo autorizzati

 

All’estero invece le gare, o comunque le regole sulle gare di droni, spesso sono meno restrittive. Infatti, molti italiani “migrano” temporaneamente oltre confine in paesi come la Svizzera, dove ottenere la licenza da pilota è molto molto più semplice. Come conseguenza, in Italia, molte gare continuano a rimanere clandestine.

Droni da competizione: non solo gare

Come già saprai, i Droni da competizione non vengono utilizzati semplicemente in gare di velocità ma spesso, i piloti in generale, si cimentano anche nei cosiddetti “freestyle”, in questo caso una modalità di volo libera.

In questa modalità di volo i piloti effettuano acrobazie, capriole e vengono giudicati da dei giudici che a loro volta hanno un visore grazie al quale vedere ciò che il drone registra.

Droni da competizione

Se ti capiterà o ti è capitato di assistere ad una di queste gare e notare una certa coordinazione tra le “mosse” del drone e il ritmo della musica non pensare di essere pazzo, infatti uno dei criteri di giudizio dell’esibizione consiste proprio nel coordinare il ritmo della musica ai movimenti del drone.

I giudici oltre a questo giudicheranno la difficoltà e la puliza della manovra e infine l’inventiva nel far muovere il drone.


Nelle Drone Racing la maggior parte dei piloti utilizza il sistema di guida FPV (First Person View) grazie al quale è possibile vedere in tempo reale, su un monitor o con degli smart glasses, tutto quello che il quadricoterro vede.

I Droni da competizione si differenziano dai classici droni in quanto sono dei piccoli quadricoterri costruiti per gareggiare nelle gare FPV. Infatti, rispetto ai droni con telecamera, si muovono molto più velocemente e la camera che montano non è adatta a filmare paesaggi, panorami e così via.


Droni da competizione: alcune considerazioni

Arrivato a questo punto la questione si fa più interessante e sarai costretto a fare una scelta. Questa si baserà su diversi fattori ma soprattutto trova una risposta alla domanda: “ma il drone voglio assemblarlo o comprarlo assemblato?”.

A rigor di logica, per avere una certezza di non trovare avversari con gli stessi Droni da competizione, i piloti più esperti scelgono di assemblare il proprio velivolo. I motivi di questa scelta, oltre alla concorrenza, sono legati all’eventuale assistenza tecnica nel caso in cui il drone si rompesse; se il velivolo non fosse assemblato dal pilota stesso, in caso in una rottura risulterebbe difficile rimediarla e continuare a gareggiare.

Costruire il proprio drone non è semplice, infatti richiede diverse conoscenze in campi come l’elettronica, aeronautica e così via. Grazie a tutorial su YouTube o diversi aiuti potrai riuscire ad assemblare il tuo velivolo, che sarà unico.

Per quanto riguarda i telai ti dovrai appoggiare a diverse aziende o conoscenti per farti realizzare il corpo del drone.

Il costo su cui si aggirerebbe assemblare il drone dipende dal modello che vuoi ottenere, se “base” fino ai 150-200€ o già più avanzato superando anche la soglia dei 500€.

 

 

L’altra scelta rimane dunque comprare un Drone da competizione già assemblato.

Questa scelta ti permetterà di risparmiare tempo in quanto un drone pronto all’uso ti permetterà, dopo le varie licenze, di iniziare subito ad allenarti.

Allo stesso tempo però i modelli che trovi in circolazione potrebbero non rispondere del tutto alle tue aspettative, alcuni velivoli sono più veloci di altri e le varie considerazioni del settore.

Su amazon sono presenti diversi modelli di droni, te ne elenco alcuni.


Droni da competizione: i 3 migliori

Walkera F210

Il Walkera  F210 è un drone che va oltre ai mini drone entry level dimostrando a tutti gli effetti un dracer per le gare FPV.

Questo drone possiede una degli ultimi sistemi di volo SP Racing F3 con la visione notturna integrata.

Droni da competizione

Grazie al trasmettitore Devo 7 che fa miracoli soprattutto considerando i soldi spesi. La qualità con la quale questo drone è costruito è molto buona, in quanto i motori sono protetti e un design ad arco che dovrebbe assorbire gli urti riducendo i danni degli impatti a terra o ostacoli.

L’F210 supporta la trasmissione real-time in HD delle immagine e una serie di attributi che gli garantisce la qualifica tra i migliori Droni da competizione.

Lo puoi trovare su amazon al seguente link:

Droni da competizione


DROCON – Bugs 6

Il Bugs 6 di casa Drocon è molto consigliato a chi vuole imparare a pilotare Droni da competizione.

Non è costruito in carbonio come la maggior parte dei droni da racing ma in plastica ABS, che risulta comunque resistente alle cadute.

Droni da competizione

Il radiocomando trasmette fino a 300 metri e il drone possiede una particolare modalità chiamata ESC che consiste nella presenza di protezieni automatiche per il blocco e la temperatura elevata. Il motore sarà e il velivolo stesso saranno al sicuro grazie a questa funzionalità.

Puoi convertire il Bugs 6 in versione FPV acquistando separatamente la videocamera Goolsky MJX C5830 e l’apposito schermo per il ricevitore. Le immagini risulteranno nitide a una distanza di 300-500 metri e con il drone ad una velocità massima di 80 km/h.

È presente su amazon al seguente link:

Droni da competizione

LHI FULL CARBON FIBER 250

Questo LHI Full Carbon Fiber 250 è un drone di buona fattura costruito in carbonio che può volare fino a 900m dal suolo.

Droni da competizione

Il radiocomando è particolarmente funzionale (come citato sopra trasmette fino a 900m) e il drone offre un supporto per una videocamera HD ed è possibile aggiungere come dei plugins alcuni componenti.

È molto indicato a piloti alle prime armi.

Lo trovi su amazon al seguente link:

Droni da competizione

 

 

 

 

 

 

About The Author
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Post